Illegio, Il borgo dei mulini

Incastonata tra i monti di Carnia, Illegio, una frazione di Tolmezzo è nota per la sua via dei mulini, un trekking cittadino che ci porta a scoprire un angolo di un mondo ormai scomparso e per la Pieve di San Floriano, che si erge maestosa a 750 metri di quota in cima al monte Gjaideit.

Questo piccolo borgo ci regala otto mulini anticamente usati per macinare il grano, di cui oggi solo una è rimasta in funzione: il seicentesco Mulino dal Flec, una struttura in pietra con la sua grande ruota in legno che ci riporta all’attività agricola preindustriale. Al suo interno sono conservati i vari elementi che permettevano al mulino di funzionare, mentre fuori, si presenta ancora intatta la ruota alimentata dalla piccola cascata d’acqua che metteva in moto il meccanismo per far girare la macina.

Illegio, mulino dal Flec
Illegio, la pala di un mulino

Per quanto riguarda gli altri mulini che si trovano sul percorso cittadino di Illegio, li possiamo solo ammirare dall’esterno, ma questo appaga la vista, così come gli affreschi di vita contadina che improvvisamente scopriamo su alcuni muri, seguendo il corso del fiumiciattolo che scorre nel borgo, fino ad arrivare alla fonte.

Seguendo l’itinerario dei mulini ammiriamo anche il resto del borgo di Illegio, transitando anche davanti alla chiesa di San Floriano Martire. Siamo avvolti dal silenzio.

Nelle vicinanze del luogo di culto parte la strada per la Pieve di San Floriano, che raggiungiamo seguendo la strada che dal cimitero di Illegio entra nel bosco e scende verso il fiume, per poi risalire verso la cima della montagna.

In mezzo si aprono scorci panoramici e, a metà percorso circa, una fontana datata 1971 ci disseta con la sua fresca acqua. C’è anche chi da queste parti si muove in mountain bike, ma la Pieve è più facilmente raggiungibile a piedi.

La strada in alcuni tratti presenta qualche strappo faticoso. Si entra ed esce dal bosco sin quando, trovando alla nostra sinistra un muretto di cinta, scopriamo di essere vicini alla nostra meta. Siamo arrivati all’ingresso della Pieve.

Illegio, il video

Un ultimo sforzo per raggiungere la cima del monte e salire i gradini che conducono alla chiesa e il gioco è fatto. Eccoci davanti alla maestosa Pieve di San Floriano. Purtroppo la struttura è chiusa, ma da qui si può ammirare uno splendido panorama che ci mostra la valle del fiume Tagliamento.

La Pieve fu costruita tra il nono e il decimo secolo, mentre l’attuale edificio risale al quattordicesimo secolo. Ora non resta che percorrere a ritroso il nostro cammino per tornare al punto di partenza.

COME ARRIVARE

Illegio si raggiunge in auto, seguendo l’Autostrada A23, Palmanova-Udine-Tarvisio, uscita Carnia, quindi, raggiunta Tolmezzo si prosegue seguendo le indicazioni locali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.